Tag Archives: vantaggio relativo

Il commercio internazionale nel XIX secolo

Anti-Corn Law League

Il commercio internazionale vide una crescita repentina nel corso del XIX secolo, tanto che nel 1913, a livello globale, il volume pro capite del commercio estero era 25 volte superiore a quello del 1800. L’Europa era centro propulsivo nello sviluppo dei traffici commerciali, controllando almeno il 60% di import e export. A questo si aggiungevano il movimento internazionale di persone e capitali, l’emigrazione e gli investimenti esteri che resero manifesta la nozione di economia mondiale. Ad inizio Ottocento si presentavano due principali ostacoli che riducevano i flussi commerciali: il primo, prettamente naturale, era rappresentato dall’elevato costo dei trasporti, in particolare terrestri, che furono superati dall’avvento della ferrovia. Il secondo, di natura artificiale, si manifestava in dazi e gabelle sulle importazioni ed esportazioni, e restrizioni sulle importazioni di certi tipi di merci. Questi ultimi vennero superati con l’avvento di politiche liberoscambiste.

Il caso inglese